Smart city: la città che produce

Quello che sta a cuore al mio Marco Polo è scoprire le ragioni segrete che hanno portato gli uomini a vivere nelle città, ragioni che potranno valere al di là di tutte le crisi. Le città sono un insieme di tante cose: di memoria, di desideri, di segni d’un linguaggio; le città sono luoghi di scambio, come spiegano tutti i libri di storia dell’economia, ma questi scambi non sono soltanto scambi di merci, sono scambi di parole, di desideri, di ricordi.
(Italo Calvino).

LEGGI TUTTO

Verso un modello di sviluppo OffGrid, TEDxArezzo

Il modello di sviluppo a cui siamo tutt’oggi abituati è poco attento al crescente consumo energetico, delle risorse e del territorio. Inoltre è caratterizzato da una concentrazione degli elementi di controllo e di distribuzione delle risorse (energia, cibo, finanza, etc…). È un modello insostenibile per l’ambiente, inefficiente da un punto di vista economico e del tutto fuori controllo per l’esubero di reti, scambi e transazioni che lo contraddistinguono. LEGGI TUTTO

Orio Odori TEDxArezzo

E’ facile amare la musica, mio padre l’amava. Così mi ha costretto prima ad ascoltarla (ad ore impossibili) poi a praticarla. Mi sono trovato in un’orchestra a suonare anche brani che a volte non mi piacevano. L’inquietudine cresceva, fino a quando, ormai trentunenne ho iniziato a pensare a una mia musica.

LEGGI TUTTO

Energia solare nella Città del Vaticano

Sfruttare quanto più possibile le fonti di energia rinnovabili per giungere, primo in Europa, all’obiettivo di utilizzarne almeno il 20% del consumo totale nel 2020. È il traguardo che i tecnici dello Stato della Città del Vaticano si sono posti da quando hanno iniziato a studiare il modo migliore di sfruttare tutto quanto è a disposizione sul suo territorio (o,44 chilometri quadrati di estensione) per ottenere energia.
LEGGI TUTTO

Combattere i comportamenti scorretti. Con l’efficacia di un sorriso.

La nuova idea creativa nasce con l’obiettivo di rinnovare e consolidare i valori di solidarietà, sobrietà e solidarietà, utilizzando un tono di voce diverso da quello prettamente istituzionale. Il mood della campagna è infatti più ironico, divertente, “comico”: un linguaggio fresco che si avvicina e coinvolge anche il mondo dei più giovani.LEGGI TUTTO